Trend Tips

Realtà liquide e business ibridi

Il mondo sta cambiando, gradualmente ma inesorabilmente. Succede che ti chiedono cosa fai nella vita e non hai più una risposta predefinita: la maggior parte di noi non si identifica con un mestiere preciso, una formula, una ricetta. Facciamo tante cose, ricopriamo ruoli diversi e ci sentiamo – volenti o nolenti – poliedrici e flessibili. I confini tra le competenze sfumano e si perde la soluzione di continuità tra le discipline. Ce ne siamo accorti, no? Non è più tutto nero o bianco come una volta, la realtà sembra essere diventata un po’ più liquida.

Succede anche nel business: i confini tra settori diversi si fanno sottili e nascono modelli di business ibridi. Aziende e marchi affermati, così come start-up emergenti, si (re)inventano. Reinterpretano i loro servizi e il loro modo di fruire le risorse e gli spazi, e soprattutto reinterpretano le nuove esigenze della loro clientela.

Così a Londra nasce Hot Tub Cinema, il nuovo servizio di cinema dove ti godi il film in ammollo in una vasca d’acqua calda, in totale relax sul tetto di un edificio della East London.

Image

E poi abbiamo Wash & Coffee a Monaco e Amsterdam, il format contemporaneo che trasforma la lavanderia di quartiere in un luogo cool dove diventa piacevole trascorrere il tempo: chiacchierando, lavorando, sorseggiando un the o partecipando a feste ed eventi mondani la sera.

Image

E cosa ne dite della proposta di questo imprenditore tedesco? Con il suo nuovo concept Tank & Cut vuole trasformare il distributore di benzina nel salone di un parrucchiere, per un taglio di capelli letteralmente on-the-go.

Image

I confini sfumano, e cresce anche il numero dei supermarket che ‘escono’ dai loro contesti tradizionali per avvicinarsi ai consumatori. Se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto, e così Tesco in Corea del Sud ha pensato bene di portare i propri scaffali nei luoghi maggiormente battuti dai suoi clienti: le stazioni della metro. Scaffali virtuali, s’intende, con i prodotti contrassegnati da codici QR per potere fare la spesa direttamente dal proprio smartphone e vedersela recapitata a casa di ritorno dal lavoro.

Image

In Cina, il supermercato online Yahaodian ha portato questa idea alle sue estreme conseguenze. In alcune aree strategiche dello spazio urbano – come piazze e strade – sarà possibile visualizzare in realtà aumentata gli store Yahaodian con il proprio smartphone, e passeggiarci dentro virtualmente, tra uno scaffale e l’altro, per una nuova esperienza di shopping.

Il supermercato che esce dai propri confini, un cinema balneabile, una lavanderia che diventa un piacevole luogo d’incontro. Diamo il benvenuto ad una nuova era di soluzioni ibride. E chissà che non ritornino anche le mezze stagioni?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...