Trend Tips

I trasformabili

Concetti come flessibilità, molteplicità e trasformabilità – caratteristiche della nostra contemporaneità – sono ormai rintracciabili in una moltitudine di universi creativi e settori merceologici differenti. Già rilevata dall’osservatorio internazionale Tomorrow Now nella scorsa edizione del Capri Trendwatching Festival, quella della trasformabilità rimane ancora una tematica estremamente attuale.
Vediamo di seguito una selezione di esempi emblematici.
Per quanto riguarda gli abiti, la designer italiana Susanna Gioia ha progettato per il suo brand, Lemuria, una serie di creazioni che possono essere semplicemente modificate. Tra le sue ideazioni si possono trovare abiti che si trasformano in una moltitudine di modelli differenti, ma anche capi che mutano in diverse tipologie di indumenti.
Un altro marchio italiano, GABS, crea invece borse che possono essere semplicemente trasformate attraverso una serie di bottoni strategicamente disposti che consentono di modificare forma e dimensioni.
Per le scarpe, il brand tedesco Nat-2 offre un’apposita sezione di calzature modificabili, “transforming footwear”, composta da differenti modelli che possono essere trasformati in una o più forme differenti attraverso l’utilizzo di bottoni o zip.
Per i gioielli Breil propone diverse creazioni caratterizzate dalle possibilità di trasformazione. Bloom, ad esempio, è una collana il cui pendente nasconde al suo interno una molteplicità di fili che, con un semplice gesto, possono essere estratti modificando così radicalmente la forma dell’accessorio.
Il marchio SuperDuper propone, invece, all’interno della collezione per il prossimo autunno/inverno, un cappello composto da tre differenti pezzi tra loro combinabili in differenti maniere. “È disponibile in diverse varianti-colore, tutte acquistabili in comodi kit che tra l’altro sono pure pensati per essere facilmente trasportabili visto che si ripiega tutto nel fez e si può mettere in borsa” riporta Simone Sbarbati su Frizzifrizzi.
Passando dai cappelli ai caschi, in questa lista non poteva non esserci Hövding, il casco invisibile per ciclisti. Creato dalle designer Anna Haupt e Terese Alstin, Hövding si indossa come un collo e nasconde in sé un airbag collegato a degli appositi sensori che captano eventuali movimenti anomali riconducibili alle dinamiche di un incidente  e fanno sì che l’accessorio si trasformi in casco. Il collo, inoltre, può essere personalizzato in un numero potenzialmente infinito di modi grazie alla presenza di un rivestimento rimovibile pensato per far sì che questo funzionale accessorio si adatti sempre all’outfit indossato.
Per gli spazi domestici o commerciali Molo Design propone un sistema modulare – disponibile in diversi colori, materiali, altezze – che consente di modificare facilmente gli ambienti, di reinventare continuamente spazi temporanei con pareti e complementi d’arredo flessibili e trasformabili che, inoltre, quando non utilizzati, possono essere conservati in uno spazio minimo.
Sempre per quanto riguarda il tema del retail, l’architetto Alan Chu ha progettato per il brand The Gourmet Tea un punto vendita che chiuso risulta essere una sorta di scatola colorata, mentre durante le ore di apertura attrezzati scaffali e banconi fuoriescono da una delle pareti del rettangolo rivelando un’architettura dinamica che interagisce con lo spazio e la clientela.
Un’idea per un’abitazione – se si deve tener conto di spazi ristretti – viene invece dall’architetto Gary Chang che con il progetto Domestic Transformer mostra come utilizzando ingegnosamente spazi, risorse, materiali e rendendo labili i confini tra architettura e arredamento sia possibile inserire 24 ambienti differenti in un piccolo appartamento.
Infine, il libro per iPad destinato ai bambini progettato dall’artista Raghava KK. Ogni volta che l’iPad – e quindi il libro – viene agitato la storia si modifica. Così, il bambino che ne è protagonista si trova a condividere le medesime scene di vita domestica alternativamente con coppie omosessuali ed eterosessuali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...